Gabrio

Non ho niente da dire, ma lo devo dire.

via.. via lontano da qui…

Avete mai pensato nella vostra vita di andare via? Che alla fine il luogo in cui siete nati non era quello in cui vivere? Alla fine cambiare aria fa bene ma poi tutti rimaniamo dove siamo, perchè?

 Invidio e stimo le persone che hanno il coraggio di andare via. Le invidio perchè riescono a superare l’insediamento in luoghi privi di legami affettivi. Non è una cosa facile, penso si provi subito la sensazione di abbandono. A me piacerebbe provare un’esperienza all’estero ma sono un po’ bloccato e come sempre indeciso… Non odiatemi sono un acquario e tra tante belle qualità l’indecisione e forse la più bruttina :-)… good luck

maggio 24, 2007 - Posted by | Blog

6 commenti »

  1. Gioia!Non è che sei acquario, è che sei SEMPLICEMENTE GAB!!

    E io sono Marghe… La prima volta che ho pensato di andare via dovevo avere 9 o 10 anni; volevo lasciare un biglietto ai miei con scritto che era meglio se andavo via ( chissà poi dove pensavo di andare… ), che così smettevo di creare problemi…! [Dovevo aver visto un gran telefilm pieno di adolescenti-in-crisi!]

    “Andando via” si cresce, ci si mette alla prova, si comincia a vedere se tutto quello che si crede di aver imparato è utile, o inutile.
    Ci vuole coraggio? si, se si è consapevoli di ciò che si sta facendo, altrimenti serve solo una buona dose di incoscienza!!

    riguardo ai legami affettivi, è addirittura un lusso, possiamo considerare solo la potenzialità: puoi solo crearne di nuovi;
    tutti queli sinceri e radicati che già sono parte della tua vita non si distruggeranno solo perche cambi indirizzo!
    Insomma se ti viene il dubbio, e ne hai la possibilità, prova! Al massimo capirai che quel posto proprio non fa per te! e poi come fai a capire che il posto dove sei nato non è quello in cui vuoi vivere se non provi a cambiare? (questo ragionamento ammetto non vada applicato ad altri ambiti, ma in questo caso non mi sembra male!)

    L’ultima cosa Gab, forse la più bella/importante…
    Io te lo auguro davvereo di aver sempre voglia di tornare a Brignano, a Verona, A Riva e in qualsiasi posto tu abbia vissuto; perchè non saresti tu se non avessi vissuto proprio lì; seresti diverso; esiste un legame indissolubile tra i lughi dove cresci e come sei.. E poi perche se tu non sentissi questo desiderio vorrebbe dire che i posti in cui hai vissuto non ti hanno regalato proprio nulla, così come tu non avresti regalato nulla a loro!
    Il moi solito bacione Marghe

    Commento di marghe | maggio 26, 2007 | Rispondi

  2. concordo… per quanto riguarda i legami affettivi la difficoltà nasce nel crearne di nuovi.

    Commento di gabrio79 | maggio 27, 2007 | Rispondi

  3. E io invece sono un segno di Terra… non dico quale, perchè poi partite con le battutine cretine. Grrrr.
    E quindi, nessuno mi sposta più da dove sono nata.
    Certo, il fascino del partire, di dire addio o arrivederci è bello… ma la sensazione che provo ogni volta che esco di casa e saluto una persona conosciuta, quella sensazione non me la toglie nessuno. E anche la sensazione di incontrare le persone a cui vorresti dare un bel pugno sul muso (o faciù, per intenderci) fa parte della stessa sensazione.
    Amo la mia terra e con le unghie vorrei difenderla, anche se spesso è impossibile.
    Io adoro i viaggi, ma ritorni sempre alla mia casa dolce casa.

    Commento di Sabrina | maggio 28, 2007 | Rispondi

  4. Bhe devo concordare con Sabrina su questo…anzi devo solo dire che ci siamo fatte “una chiaccherata” su questo argomento…avevo scritto un posto simile anche io tempo fa sul mio blog…sarà stato un momento di crisi o cosa …nn so…però pensavo anche io di andarmene..però sono ancorata nonostante tutto a Brignano…alla mia famiglia…alla mia vita e alla persone che ne fanno parte…insomma andando via poi nn rivedrei più i soliti volti…che magari al momento nn sopporti..ma che poi se li hai lontano ti mancano…
    Penso che forse tutti lo abbiamo pensato…andare via è solo il modo di nn affrontare le cose..i legami affettivi ma anche le sfide della vita…andando via si pensa che tutto sia + facile…nn affrontare una persona..una problema..ma poi magari andando via si avrà nostalgia del vecchio luogo in cui si è nati e cresciuti

    Commento di Laura | maggio 30, 2007 | Rispondi

  5. Concludendo il post di Laura.
    Bisogna avere il coraggio di cambiare le cose “qui”, non altrove. Questo è tratto da uno spettacolo teatrale.
    Anche quello insegna… no?

    Commento di Sabrina | maggio 31, 2007 | Rispondi

  6. But I’m in so deep
    You know I’m such a fool for you
    You got me wrapped around your finger
    Do you have to let it linger

    Commento di gabrio79 | luglio 12, 2007 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: