Gabrio

Non ho niente da dire, ma lo devo dire.

La legna

Sistemando la legna per l’inverno ho serimente pensato che alla fine la vita è proprio come una catasta di legna.

E’ lì, tutta disordinata sul pavimento e devi sistemarla.  Non puoi farne a meno e allora incominci: Una solida base, un pezzo sopra l’altro, stai attento che tutti i pezzi generino delle forze affinchè la catasta rimanga in piedi. Ogni tanto qualche piccolo cedimento e si ricomincia. Per ben 3 volte mi è crollata.  E alla fine pensi: non posso lasciarla così disordinata, senza una forma. E allora inizia a fare il perimetro di un piccolo quandrato. Tutto ordinato, preciso. Soltanto che alla fine nel perimetro del quadrato butti tutto il resto della legna. Da fuori è tutto ordinato ma appena guardi con attenzione ti accorgi che è una maschera che nasconde disordine. Voi siete catasta ben fatta?

settembre 18, 2008 - Posted by | 1

5 commenti »

  1. Non so rispondere; mi chiedo: le basi della catasta chi le getta? La famiglia d’origine, che deve dare solide basi, tu stessa, il mondo che ci circonda e bene o male ci condiziona? Siamo proprio sicuri che l’ordine sia meglio del disordine? Il mondo, di cui noi facciamo parte, è nato da un progetto ordinato e preciso come ci insegna la religione (qualsiasi religione) o dal caos (come dice la scienza)?

    Commento di sara | settembre 19, 2008 | Rispondi

  2. Il mio vicino di casa fa un accatastamento di legna perfetto, solido, un pezzo sopra l’altro come un puzzle.
    E non è poca legna, visto che la usa per riscaldare casa tutti i giorni dell’inverno.
    Un giorno però, inspiegabilmente, è crollata anche quella catasta di legna perfetta.
    Forse un pezzo tolto male o di fretta.. eppure è crollata, con un boato incredibile, tanto che siamo usciti tutti a vedere cosa era successo.
    Alla fine, anche la perfezione non sempre serve.

    Ho reso l’idea?

    Commento di Sabrina | settembre 19, 2008 | Rispondi

  3. Paragonare la vita a una catasta di legno nasconde un pensiero profondo. Credo che solo alla fine della nostra vita potremo esprimere un giudizio. C’è stato ordine o disordine? Quello che mi ha colpito della tua catasta è che è caduta tre volte. Così è la vita cadi e ti rialzi. Metti apposto la legna, cade e la risistemi. Forse l’ordine è la nostra meta ultima. E’ una situazione stagnante. Non è vita.
    La vita nasce dal caos, la religione indirizza all’ordine. Ti da delle linee guida. Il vicino di casa di Sab non aveva raggiunto un ordine, ci stava andando vicino ma gli imprevisti possono sempre succedere.

    Commento di Fede | ottobre 4, 2008 | Rispondi

  4. quoto fede: non è un mondo fatto di perfezione questo…

    Commento di gabrio79 | ottobre 9, 2008 | Rispondi

  5. che fatica fare il fuoco

    Commento di Melandroweb | ottobre 20, 2008 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: