Gabrio

Non ho niente da dire, ma lo devo dire.

Le voyager solitaire

le voyager solitaire

Ritornato da Parigi, carico di ricordi. Non saprei nemmeno come riassumerli in un post. Voglio però ricordare con nostalgia qualche momento che ho passato.

Mi manca Montparnasse e tutta la sua gente, i colori dell’autunno, il seppia e il bianco e nero, il vento che faceva piovere le foglie, la pioggerellina, le bandiere tricolori messe un po’ ovunque, il Marais, la Creme Brulèe, le piazze e i continui bonjour.

novembre 12, 2008 - Posted by | 1

5 commenti »

  1. ehmmm, cosa volevi scrivere esattamente nel titolo, in italiano?! Non vorrei fare la puntigliosa, ma lo sai che non resisto!!!!! Le voyage solitare (il viaggio solitario), le voyageur solitaire (il viaggiatore solitario)… beh dai per non aver MAI fatto francese nella tua vita sei fin troppo bravo. PS ti ricordi quando preparavamo italiano insieme per la maturità e io (da brava precisina) ti correggevo la pronuncia dei vari Baudelaire, Verlaine, ecc.?!

    Commento di sara | novembre 17, 2008 | Rispondi

  2. Non ho mai visto Parigi in autunno, ma consiglio caldamente Londra! I parchi, i parchi sono una cosa meravigliosa. E poi l’aria frizzante e pochissimi turisti in giro. E i colori, quei gialli e rossi, le foglie che cadono e fanno da sole poesia… In autunno la natura si prepara ad un lungo sonno, un po’ come quando la sera, ai primi freddi, ti accoccoli sotto le coperte, magari con il riscaldamento ancora spento, e ti invade quel senso di pace, che preannuncia un sonno sereno. E la mattina, aperte le finestre, è bellezza pura che ti accoglie. Avete mai provato ad andare in pullman, d’autunno, la mattina presto? In bus puoi guardarti in giro, sbirciare i risvegli nelle case, le luci che si accendono, la nebbiolina che si leva dai fossi, i campi ormai spogli… consiglio un libro per bambini, che rende bene l’atmosfera: “Alle sette del mattino il mondo è ancora in ordine”.

    Commento di sara | novembre 17, 2008 | Rispondi

  3. Io l’ho letto quel libro e mi è piaciuto tanto ma pensavo di essere una delle dieci persone in italia ad averlo letto, bhe ora ho trovato un’altra delle dieci.
    Silvia

    Commento di silvia | novembre 21, 2008 | Rispondi

  4. X sara: Non correggo il post. La tua precisione qui non serve. Quello è il titolo del mio viaggi, in un francese non corretto sulle orme dei “segreti di Parigi”. Grazie cmq per l’appunto

    X silvia: Benvenuta!

    Commento di gabrio79 | novembre 22, 2008 | Rispondi

  5. mica volevo lo correggessi!!! Il libro magari me lo presterai?!

    Commento di sara | novembre 25, 2008 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: