Gabrio

Non ho niente da dire, ma lo devo dire.

Un pensiero per Englaro

Non mi va di fare quello che segue la corrente, ma mi spiace solamente sapere che Eluana non pò vivere questa lotta strenuante, contro “paladini” della vita che creano solo sofferenza nella vita reale in nome della loro vita astratta. Una lotta non solo per lei ma per la società italiana, per la dignità umana e per la democrazia. Volavo solo ringraziare il padre di Eluana che per amore della figlia sta vivendo giorno dopo giorno il dolore  e la cattiveria di una società che per tutelare il suo potere non guarda in faccia  a nessuno.

Il card. Poletto che dice in un’intervista: “Cardinale Poletto, per quale motivo un medico cattolico non dovrebbe rispettare la scelta di una persona, in questo caso di Eluana Englaro?
“Perché quella scelta va contro i principi morali della chiesa”.  (repubblica 22/01/09)

Io ti dico e ti do del tu perchè il Lei non lo meriti: Vergognati! Io italiano, laico, dei tuoi principi morali della tua chiesa me ne pulisco il C**o! Tutto il marcio che è stato dentro la chiesa fa parte dei tuoi principi? I principi morali sono come Dio, quando non si sa più a chi appellarsi li si tirano fuori? Io vivo in uno stato di diritto e non in uno stato cattolico che si basa sui TUOI principi morali. I tuoi principi morali te li tieni a casa tua, nel tuo privato. Uno soggetto così non dovrebbe ricevere spazio sui giornali. Le sue omelie, eminenza, se le tenga per le sue pecore del suo gregge; fuori e tutto un altro gregge.

 Fortunamente c’è ancora chi ha il coraggio di rispondere, come il governatore del piemonte, la sig.ra Bresso che dice: “”A Poletto, che richiama i medici cattolici alla obiezione di coscienza, chiedo: quale è la differenza tra l’Italia di oggi e gli stati clericali, come quello degli Ayatollah, dove viene ingiunto a tutti coloro che credono di assumere un certo comportamento? Una cosa è una raccomandazione, l’espressione di una posizione che io considero assolutamente legittima, Un’altra cosa è l’ingiunzione a persone che sono tenute al rispetto delle leggi del proprio Stato che fino a prova contraria è ancora uno Stato laico”.

Sig Englaro, continui la sua battaglia per una società che abbia veramente rispetto della vita e della dignità umana

febbraio 1, 2009 - Posted by | 1, Blog | ,

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: