Gabrio

Non ho niente da dire, ma lo devo dire.

la maschera della sopravvivenza

Ritorno ancora nel teatro della vita e penso a tutte le maschere che ho incontrato. Quella dolce, quella cinica, quella repressa, quella esuberante. Tutti ne abbiamo una e non è una colpa. Ci serve per sopravvivere e solamente nell’intimità riusciamo a toglierla. Non credo sia una colpa averne una, due o tre, ma solamente una necessità.

Tu, hai la maschera che più mi piace: quella dell’eccesso dimostrativo dei sentimenti. Esplodi come un cannone in un circo! E non solo per questo che ti voglio bene ma sotto quella maschera ho trovato qualcosa di più delicato e sensibile. Sei il fiore più comune ma sei unica. Questa volta dico io grazie… Grazie per il bel pomeriggio.

gennaio 16, 2010 - Posted by | Blog

1 commento »

  1. L’unica maschera non possiamo togliere è quella della personalità🙂 Fa sorridere il fatto che a teatro nell’antichità, gli attori indossavano maschere proprio per esprimere le diverse emozioni ed il sesso del personaggio.

    PS. Complimenti per il gusto musicale😉

    Commento di charlottellina | gennaio 26, 2010 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: