Gabrio

Non ho niente da dire, ma lo devo dire.

the sweeping insensitivity of this still life

A volte mi illudo nel credere che le persone possano essere quello che invece non sono. Spero e mi auguro sempre che nelle persone ci sia del buono nascosto, qualche ombra che copra la luce. Le persone che dicono di parlare chiaramente e invece si nascondono dietro un capello dicendoti “Ecco, adesso fai finta di non vedermi!”, quelle che ammettono di dire sempre la verità solamente quando la verità è stata scoperta. Quelle che  ricordano che esisti solamente quando loro si ricordano di esistere, quelle che dicono di non pensare a certe cose perchè hanno la memoria corta. Quelle che ti parlano di un “noi”, ma poi capisci che il noi è io di qua  e tu di là. Quelle che non sanno il perchè delle loro azioni e poi si dispiacciono dei risultati.

E io dovrei coltivare la speranza su questo terreno?  Il mio sano egoismo mi viene a tirare a galla. Con rammarico ma devo imparare a cancellare. Non è nel mio carattere ma bisogna un po’ resettare ogni tanto per riacquistare velocità.

I riferimenti sono puramente casuali o almeno cercano di esserlo, magari leggendoli qualcuno si ritroverà. Meglio così… è solo frutto di un esercizio di sana consapevolezza🙂.

aprile 5, 2010 - Posted by | Blog

6 commenti »

  1. Non so se cancellare sia la soluzione, sicuramente prendersi una pausa è legittimo e sensato.
    Una bella boccata di aria fresca, la mente si distende, i nervi si rilassano e tutto prende un’altra prospettiva.
    Allora sì, credo che si possa affrontare una decisione tanto dura e drastica.

    Commento di Ro | aprile 6, 2010 | Rispondi

  2. Ho trovato dei versi di Emily Dickinson che sono in tema con questo post…alla fine è una riflessione che tocca a tutti, prima o poi…

    “Conosco vite della cui mancanza
    non soffrirei affatto –
    di altre invece ogni attimo di assenza
    mi sembrerebbe eterno.

    Sono scarse di numero – queste ultime –
    appena due in tutto –
    le prime molto di piu’ di un orizzonte
    di moscerini.”

    Commento di Ro | aprile 6, 2010 | Rispondi

    • fantastico. alla fine tocca a tutti… Cancellare non è la soluzione universale ma solamente personale. Si cancella e poi facciamo i conti con noi stessi. La schizofrenia che abbiamo. Bisogna imparare solamente a giocarci assieme

      Commento di gabrio79 | aprile 6, 2010 | Rispondi

  3. ogni tanto un pò di sana pulizia non fa mai male…in bocca al lupo!!!
    Mary

    Commento di tappotuo | aprile 6, 2010 | Rispondi

  4. Ma l’egoismo non deve essere per forza un difetto. Possiamo ammettere per una volta che viene visto negativamente solo perché dato per scontato che sia una brutta qualità? A volte pensare un po’ a se stessi va bene , sopratutto in certi/questi casi.

    Piacere , Marta.

    P.s Dimentico di dire che i versi di Emily Dickinson nel contesto sono perfetti. Vorrei riuscire anch’io a scrivere cose del genere😛

    Commento di Marta | aprile 10, 2010 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: