Gabrio

Non ho niente da dire, ma lo devo dire.

Everything i cannot see

In questo periodo non ho molto da pensare, complice la primavera e l’orticaria. Ma Forse è volutamente desiderato il fatto di voler bloccare la mente e convogliarla su inutili pensieri. Non è per niente semplice ma ogni tanto bisogna insomma un po’ farlo.

Certe esperienze ti aiutano a capire come non vorresti mai essere; è un esercizio più semplice rispetto a quello di idealizzarsi e inseguire una forma inesistente. Per quello allora si cercano le vie che ci portano il più possibile vicino al nostro io, fino al punto quasi di sfiorarlo senza però riuscire mai a raggiungerlo. Dietro alle delusioni si aprono sempre dei portoni di felicità, di serenità. Basta solo trovarla e non è così difficile come sembra, il tempo poi farà da sè. C’è una tremenda differenza tra chi vive e chi si lascia vivere, a quanto dicono il primo morirà mentre il secondo è già morto.

Venerdì si riparte. Weekend in terra straniera.🙂

maggio 1, 2010 - Posted by | Blog

3 commenti »

  1. Parto anch’io, a giugno però.. week-end lungo in terra straniera e mooooolto europea.

    Commento di Sabrina | maggio 1, 2010 | Rispondi

  2. Dicono che “ciò che non ti uccide, ti rende ancora più forte”, dicono anche che “non si muore per nulla che non ne valga la pena”…si dicono tante cose, io dico che dopo che è passato un ciclone, per quanto rimanga terra bruciata o devastata, c’è sempre un posto in cui e su cui ricostruire, e questo posto è se stessi.

    “Io questo l’ho capito, che il mondo è pieno di gente che gira con in tasca le sue piccole biglie di vetro, le sue piccole, tristi biglie infrangibili…e allora tu non smetterla mai di soffiare nelle tue sfere di cristallo…e se un giorno scoppieranno, anche quella sarà vita…a suo modo meravigliosa vita” (A.B)

    Commento di Are | maggio 2, 2010 | Rispondi

  3. Io dovrei staccare un po’ la spina , è molto facile , ma il periodo non me lo consente. E comunque si dice “quando ti si chiude una porta , ti si apre un portone” bisognerebbe guardare le cose in un modo diverso.

    A presto , Marta.

    Commento di Marta | maggio 5, 2010 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: