Gabrio

Non ho niente da dire, ma lo devo dire.

Earth, Fire and Water

Nell’illuminata spensieratezza di questo fine anno, mi ritrovo una sera di dicembre a decifrare questi ultimi 12 mesi. Non sono mai stato ferrato con i numeri, anche se alla fine il 27+28=55  non ti tradisce mai.

Avevo lasciato con un “anno di emozioni” e devo dire che non sono mancate, sarà stato un augurio? Sicuramente è stato un anno oscillante… un continuo 0-100. Un anno di cambiamenti, di novità, di nuove esigenze, di tempi che sono andati e che sono ritornati. Un passaggio veloce di nuvole spesso offuscato da nebbia, tempeste col sole, eclissi e bagliori, e un tempo che diventa tiempo acquistando una “i” che lo scombina, che lo rende più lento e a volte più veloce del ticchettio degli orologi che tentano di misurarlo.

Una cosa è certa: vivo in un presente continuo.

Buon ANNO!

“But I, being poor, have only my dreams;
I have spread my dreams beneath your feet;
Tread softly because you tread on my dreams.”(Yeats)

dicembre 27, 2010 - Posted by | Senza categoria

1 commento »

  1. Aggiungerei anche “wind”, il vento sconvolge, travolge, spazza via e riporta.
    Buon anno!

    Commento di Mina | dicembre 28, 2010 | Rispondi


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: